La Casa Degli Orti

La Casa degli orti non è un bed and breakfast, un affittacamere, un agriturismo o un albergo ma un luogo di sosta e riposo, da vivere a ritmo naturale, allo scorrere delle stagioni. Una cucina, un salotto, un bagno, una saletta da lettura, due camere e un orto sono quello che abbiamo da offrire ai nostri ospiti. La cornice è quella delle verdi foreste dell’Alta Valle Bormida di Millesimo, nel lembo più orientale delle Alpi Liguri. Riofreddo La casa degli orti3

Il piccolo borgo di Riofreddo di Murialdo si trova appena a ridosso delle aree Aree Wilderness del Monte Camulera e della faggeta del Melogno. Riofreddo La casa degli orti 31 Le nostre foreste conservano aspetti selvaggi rimasti incontaminati nonostante la relativa vicinanze dai principali centri della Riviera ligure di ponente. Un crocevia tra Alpi e Appennini, mare e montagna, che offre una vegetazione con caratteri propri di entrambi. Qui vegetano l’endemico Zafferano ligure, la Senape montana, il Caprifoglio nero, la Camomilla montana, il Giglio rosso ligure, la Bocca di leone selvatica… Sopra i boschi e le vallette laterali volano il Merlo acquaiolo, il Picchio nero, l’Astore e il Biancone. Nei boschi vivono i Cinghiali, i Caprioli, i Tassi… Riofreddo La casa degli orti2 La Casa degli orti è un luogo di relax da vivere a diversi livelli. Una vacanza di riposo e meditazione dove leggere, passeggiare lungo i sentieri che attraversano i castagneti e la faggeta. Un luogo dove praticare sport estivi o invernali a contatto con la natura con la possibilità di effettuare escursioni a piedi, in mountain bike o a cavallo. Gli amanti della pesca sportiva apprezzeranno la pescosità dei numerosi ruscelli e rii presenti nelle vicinanze. Per chi cerca il sole e le spiagge Riofreddo può essere invece un punto base ideale per pernottare nella quiete e nella frescura estiva dell’entroterra ligure per poter raggiungere in giornata le spiagge della Riviera. Noli, Finale Ligure, Loano, Albenga ed Alassio sono raggiungibili in 40 minuti di automobile. Due sono i modi per raggiungere il lago di Osiglia: attraverso la pista forestale sterrata percorribile in fuoristrada in 20 minuti o percorrendo la strada provinciale verso Millesimo in circa 30 minuti. Presso la spiaggetta attrezzata è possibile affittare sdraio, lettini e ombrelloni o ancora canoe e pedalò per escursioni sul lago. I caratteri di questa terra di confine si esprimono anche nei prodotti tipici, che rispettano ancora metodi tradizionali e artigianali. Riofreddo di Murialdo fa parte del territorio di produzione della “Castagna essiccata nei tecci di Calizzano e Murialdo”, oggi presidio Slow Food che riunisce produttori e trasformatori nell’omonima cooperativa. Da non perdere il gelato di castagne del Bar Pinotto, le conserve e le confetture dell’azienda Santamaria a Calizzano, dell’Agriturismo Ca di Voi a Caragna, delle verdure dell’azienda agricola Iole Buscaglia di Calizzano e i formaggi dell’azienda agricola Brignè di Bardineto. Da Riofreddo si possono inoltre raggiungere in circa 30 minuti i borghi medioevali di Borgio Verezzi e Castelvecchio di Roccabarbena. Attraverso il colle dei Giovetti, in circa 35 minuti, si arriva in Valle Tanaro. Già terra piemontese estende l’offerta paesaggistica e gastronomica legata al territorio. Da provare il miele biologico del Castelletto di Nucetto, il fagiolo di Bagnasco, il cece di Nucetto e il grano Saraceno, ingrediente fondamentale per la preparazione della polenta bianca col sugo di porri. Da Ormea, attraverso il Colle di Nava, si può raggiungere l’entroterra di Imperia, conservatorio a cielo aperto della civiltà contadina dell’ulivo. Una realtà costituita da una moltitudine di piccoli borghi offre spunti naturalistici ed etnografici ancora autentici per gli amanti della cultura locale e della fotografia. L’ampio ventaglio di feste religiose e sagre rionali diviene uno spaccato della varietà sociale e ogni anno rinnova quella macchina per immagini data dalle espressioni della cultura popolare, che ancora resistono in questa fetta di Liguria. Riofreddo La casa degli orti 41 Infine non può mancare un cenno al re dei prodotti del territorio: il fungo porcino che nei nostri boschi trova le condizioni ideali per esprimere caratteristiche organolettiche uniche. Ricordiamo che per effettuare la raccolta dei funghi è necessario acquistare il tesserino, giornaliero o annuale, che nel territorio del comune di Murialdo è regolamentato dal Consorzio agroforestale di Murialdo, mentre sul territorio di Calizzano dal Consorzio per la tutela del sottobosco di Calizzano. Con il ricavato della vendita dei tesserini sono compiuti investimenti per valorizzare i beni patrimoniali del territorio, in particolare per curare la manutenzione di strade, sentieri, fontane e luoghi attrezzati dove fare sosta, per tenere il bosco pulito e per sostenere altre iniziative di carattere sociale. Le pratiche agricole di autoproduzione alimentare, che qui si sono mantenute vive anche negli anni dell’abbandono delle campagne, ci hanno suggerito di valorizzare questo aspetto oggi così centrale rispetto al dibattito sulla sostenibilità. Per chi lo vorrà ci sarà un pezzo di terra da coltivare e per i più pigri le verdure dell’orto degli ospiti da raccogliere insieme a fiori orticoli da reciso per addobbare  e personalizzare gli spazi interni. Ma ricordate: la disponibilità di tutto questo, ovviamente, dipende da quello che offre la stagione! Immagine  

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...